ecomuseo sette comuni2
ECOMUSEO CIMBRO
dei sette comuni
icona mobilita dolce
Rete etnografica di mobilità dolce
icona bostel
Archeoparco del Bòstel
6 Santa Margherita
Santa Margherita | la chiesa più antica dei Sette Comuni

icona-Santa-Margherita
altes kherchle von Hölighen Margareten

Tra Rotzo e Castelletto, in posizione dominante la meravigliosa Campagna di Rotzo sorge l’antica chiesetta di Santa Margherita (Hòoliga Margareta in cimbro), il primo monumento segno del cristianesimo sull’altopiano dei Sette Comuni. L’origine dell’edificio si colloca attorno al 1100 ed esso si trova proprio al centro del territorio più “storico” dell’Altopiano, fra il Bòstel – primo insediamento umano – e l’Altar Knotto – area sacrificale dedicata agli dei pagani con la vicina cima dell’Altaburg. Non esistono molti documenti circa l’origine e la costruzione della chiesetta. La tradizione indica Santa Margherita come la più antica chiesa dell’Altopiano dei Sette Comuni e come il luogo di culto della comunità latina, insediatasi a Castelletto nei primi decenni del X secolo prima dell’arrivo degli immigrati cimbri di lingua tedesca, i quali sarebbero invece stati i fondatori della chiesa di Santa Gertrude a Rotzo. La fondazione di Santa Margherita dovette avvenire in una data compresa tra il 908, anno in cui le reliquie di Santa Margherita di Antiochia vennero portate in Italia e, il 1231, anno in cui parte delle reliquie furono trasferite a Venezia. È comunque significativo il fatto che la chiesetta sia stata costruita vicino a Castelletto, al culmine della salita della più importante strada di comunicazione tra la parte ovest dell’altopiano e la pianura.

Tra Rotzo e Castelletto, in posizione dominante la meravigliosa Campagna di Rotzo sorge l’antica chiesetta di Santa Margherita (Hòoliga Margareta in cimbro), il primo monumento segno del cristianesimo sull’altopiano dei Sette Comuni.
leggi di più
L’origine dell’edificio si colloca attorno al 1100 ed esso si trova proprio al centro del territorio più “storico” dell’Altopiano, fra il Bòstel – primo insediamento umano – e l’Altar Knotto – area sacrificale dedicata agli dei pagani con la vicina cima dell’Altaburg. Non esistono molti documenti circa l’origine e la costruzione della chiesetta. La tradizione indica Santa Margherita come la più antica chiesa dell’Altopiano dei Sette Comuni e come il luogo di culto della comunità latina, insediatasi a Castelletto nei primi decenni del X secolo prima dell’arrivo degli immigrati cimbri di lingua tedesca, i quali sarebbero invece stati i fondatori della chiesa di Santa Gertrude a Rotzo. La fondazione di Santa Margherita dovette avvenire in una data compresa tra il 908, anno in cui le reliquie di Santa Margherita di Antiochia vennero portate in Italia e, il 1231, anno in cui parte delle reliquie furono trasferite a Venezia. È comunque significativo il fatto che la chiesetta sia stata costruita vicino a Castelletto, al culmine della salita della più importante strada di comunicazione tra la parte ovest dell’altopiano e la pianura.

l’antica campana del 1439

 Sulla destra della navata troverete esposta l’antica campana bronzea in stile gotico fabbricata nel 1439 nella fonderia dell’artigiano Marco Deleore nativo di Recoaro ma operante a Vicenza. Questa campana è sempre stata molto importante per la comunità di Rotzo perchè la riteneva miracolosa: si diceva che al suo suono “si rompevano le tempeste che si formavano sull’Altaburg”. Durante la Grande Guerra, nel 1916, la campana venne trafugata dall’esercito austriaco come bottino di guerra e portata in Austria dove stava per essere fusa per farne armi. Fortunatamente un ufficiale ne riconobbe il valore storico e venne quindi risparmiata. Dopo la guerra venne restituita alla sua sede originaria in segno di pace e conciliazione.

campana disegno
03 strada della campagna
pin trasparente
il pellegrinaggio di 40 km tra le montagne cimbre,
da Recoaro a Rotzo

il cammino di Santa Margherita

La commemorazione di Santa Margherita si festeggia il 20 luglio. Ogni anno fino a tutto il XIII secolo, in occasione della ricorrenza una delegazione di fedeli della chiesa di Santa Margherita di Rovegliana di Recoaro Terme, si recava in processione “alla chiesa madre” di Santa Gertrude di Rotzo, portando con sé in segno di tributo, un cero di sette libbre. Questa antica tradizione votiva della gente cimbra che abitava le montagne a ovest dei Sette Comuni si rinnova ancora oggi dal 2017, grazie al Gruppo Cimbro di Recoaro Terme. La processione si svolge interamente a piedi lungo carrarecce e sentieri.

Gianni-dei-Nenl

Le fasi costruttive
della chiesetta di Santa Margherita

\
1200
Fasi costruttive1
1
Antecedente al 1488, accertata
in posizione e parzialmente
in consistenza.
Ipotizzabile, per tradizione,
antecedente al XIII secolo
\
1488
Fasi costruttive2
2

Corrispondente al 1488, accertata,
in posizione
e parzialmente in consistenza

\
1600
Fasi costruttive3
3

Corrispondente alla prima metà del XVII secolo,
accertata in posizione
e parzialmente in consistenza

\
1800
Fasi costruttive4
4
Corrispondente
alla seconda metà del XIX secolo,
accertata in posizione
e in consistenza
\
1966
Fasi costruttive5
5
Dal 1966 ai giorni nostri,
accertata in posizione
e consistenza

Legenda:

parti accertate
Parti accertate
parti ipot
Parti ipotizzate esistenti
sedime
Sedime attuale della chiesa
cartina generale
17 icona letto
B&B HEMMARA

Via Albaredo, 54 - ROTZO - 0424 691355 - 339 2261088
bbhemmara.it

17 icona letto
Bed & Breakfast Rotzo

Via Capovilla, 30 - ROTZO - 0424 691169347 7843015
bedbreakfast-rotzo.com

17 icona letto
Casa Ekharle - Guesthouse

Via Albaredo, 122 - ROTZO - 347 5314470
ekharle.business.site

17 icona letto
BEGALE - RIFUGIO URBANO

Via Albaredo,26 -ROTZO - 3460443461
prenotazioni@begale.it

 

RIFUGIO CAMPOLONGO

Località Campolongo - ROTZO - 0424 66487 - 340 0897822
centrofondocampolongo.it

Unknown
Taverna Bòstel

Castelletto località Bòstel - 351 6889103
bosteldirotzo.it

icone appaiate
AGRITURISMO Zecchinati

Via Capovilla, 60 - ROTZO - 0424 691187
zecchinati.it